Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Club di Venezia

 

 

Il Club di Venezia, fondato nel 1986 nella città da cui prende il nome, è un organismo informale che riunisce i responsabili della comunicazione istituzionale degli Stati dell'UE (membri e candidati) e delle istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio).

Il Club è una occasione importante di collaborazione e scambio di best practice tra addetti ai lavori. Membro per l'Italia è il Dipartimento Politiche Europee, responsabile nazionale del coordinamento della comunicazione sull'Europa.

Stefano Rolando ed altri

Fondatore e presidente onorario del Club è Stefano Rolando, mentre Vincenzo Le Voci (Consiglio UE) ha il ruolo di coordinatore e segretario generale. Il Club si riunisce due volte l’anno in seduta plenaria per discutere argomenti di interesse comune, scambiare informazioni sui metodi adottati, pianificare e attuare campagne di informazione pubbliche. 

La prima delle due sessioni plenarie annuali si tiene in primavera, solitamente nel Paese che detiene la Presidenza del Consiglio UE; la seconda in autunno a Venezia, dove il Club è stato fondato.

Negli ultimi anni si è discusso di comunicazione istituzionale in tema di allargamento, elezioni per il Parlamento europeo, situazioni di crisi (terrorismo, terremoti, flussi migratori, ecc.), oltre che di politica e strategia nel settore a livello UE (ad esempio, come combattere l’euroscetticismo, riconquistare la fiducia dei cittadini, coinvolgere i giovani). Si sono analizzate esperienze emblematiche sotto il profilo della comunicazione istituzionale (Olimpiadi, Expo, referendum sul trattato di Lisbona, conferenze Onu sui cambiamenti climatici, Brexit, ecc.), con scambio di informazioni sugli strumenti, tecnologici e non, oggi a disposizione dei comunicatori pubblici.

Oltre alle sessioni plenarie, il Club organizza anche dei seminari tematici di approfondimento (in media due volte l'anno) in diverse città europee, su argomenti specifici: comunicazione web, sondaggi di opinione, attività radio/tv, public diplomacy, open data/Government, comunicazione di crisi, etica professionale ed altri.

Nel 2007, in occasione del Cinquantenario della firma dei Trattati, la sessione plenaria autunnale si è tenuta eccezionalmente a Roma, la città in cui i Trattati furono firmati, presso la Palazzina Algardi-Villa Doria Pamphilj. La capitale ha ospitato i lavori del Club anche nel 2014, durante il Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea, nella Sala del Consiglio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Un’altra "edizione speciale" della plenaria italiana si è svolta nel 2015 a Milano, in concomitanza con Expo, dove è stato organizzato un incontro-dibattito con i responsabili della comunicazione dell'Esposizione Universale.

Dal 2016, la plenaria autunnale è tornata a svolgersi a Venezia, la città tutto è cominciato.

Sessioni plenarie del Club di Venezia

Ricostruire la fiducia tra cittadini e UE, influenza dei media digitali sulla professione e sull'etica dei comunicatori istituzionali, 'capacity building' (Venezia, 23-24 novembre 2017). Prospettive della comunicazione europea, ruolo dei social network, tendenze dell'opinione pubblica UE (Malta, 18-19 maggio 2017).

Seminari tematici del Club di Venezia

Crisi migratoria e dei rifugiati (Malta, 19 maggio 2018). Sfide di comunicazione strategica: sinergie e nuovi strumenti (Londra, 16-17 marzo 2017). Crisi migratoria e dei rifugiati: un problema europeo (Mitilene, Isola di Lesbo, 8-9 aprile 2016).

Rivista di comunicazione pubblica "Convergences"

Il Club di Venezia presenta la sua rivista di comunicazione pubblica e istituzionale, giunta al decimo numero del nuovo ciclo, dopo una fase sperimentale avviata nei primi anni '90.

Torna all'inizio del contenuto