Circolari

da 1 a 10 - Totale: 10

27 gennaio 2011

Aiuti di Stato temporanei - linee guida per l'applicazione del decreto del Presidente del consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2010

Aiuti di Stato temporanei - linee guida per l'applicazione del decreto del Presidente del consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2010.

18 giugno 2010

Informativa sulla corretta osservanza dell'impegno Deggendorf

Chiarimenti sulla corretta osservanza del cosidetto impegno Deggendorf, con particolare riguardo al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 giugno 2009.

1 marzo 2007

Principi da applicare, da parte delle stazioni appaltanti, nella scelta dei criteri di selezione e di aggiudicazione di un appalto pubblico di servizi.

Gli uffici della Commissione europea - Direzione Generale per il Mercato Interno - hanno segnalato al Governo italiano dei casi nei quali stazioni appaltanti italiane, nel redigere i bandi di gara, hanno preso in considerazione, come criteri per individuare l’offerta economicamente più vantaggiosa requisiti che attengono alla capacità tecnica del prestatore anziché alla qualità dell’offerta, in violazione della normativa comunitaria applicabile in materia.

27 aprile 2006

Principi da applicare, da parte delle stazioni appaltanti, nelle gare per l’attribuzione del servizio sostitutivo di mensa (buoni pasto). Procedura di infrazione 2005/4065 ex art. 226 del Trattato CE.

La Commissione europea, con riferimento alla procedura di infrazione n.2005/4065, ha constatato che diverse amministrazioni italiane richiedono ai partecipanti alle gare per il servizio dei buoni pasto l’indicazione della lista degli esercizi convenzionati "attivi", di cui dispongono le società che emettono detti buoni. Un esercizio convenzionato è considerato "attivo" se ha già emesso delle fatture per servizi prestati in favore della società concorrente, in un determinato periodo anteriore alla gara di appalto.

12 ottobre 2005

Principi da applicare, da parte delle stazioni appaltanti, nell'indicazione delle specifiche tecniche degli appalti pubblici di forniture di apparecchiature informatiche.

Circolare 12 ottobre 2005Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 14 dicembre 2005 Circolare in formato .pdf [161 KByte]

29 aprile 2004

Principi da applicare, da parte delle stazioni appaltanti, nell'indicazione delle specifiche tecniche degli appalti pubblici di forniture sotto soglia comunitaria.

Gli uffici della Commissione europea - Direzione generale per il mercato interno hanno segnalato al Governo dei casi nei quali alcune stazioni appaltanti italiane, nel redigere i bandi di gara per forniture sotto soglia comunitaria, hanno indicato specifiche tecniche in violazione della normativa comunitaria applicabile in materia.

6 giugno 2002

Normativa applicabile agli appalti pubblici "sottosoglia"

Il frequente ricorso ad appalti pubblici, con particolare riguardo al settore dei servizi di cui alla Dir. 92/50/CEE del 18 giugno 1992 del Consiglio, aventi un importo inferiore alla soglia di applicazione prevista dalla legislazione comunitaria, rende opportuno fornire elementi interpretativi che chiariscano la normativa europea applicabile in subiecta materia

1 marzo 2002

Procedure di affidamento delle concessioni di servizi e di lavori

Il ricorso sempre più diffuso allo strumento delle concessioni da parte delle amministrazioni per realizzare e finanziare grandi lavori d'infrastruttura e per offrire taluni servizi, in uno con la pendenza di procedure d'infrazione intentate dalla Commissione europea in materia

15 novembre 2001

Divieto di rinegoziazione delle offerte nelle pubbliche gare dopo l'aggiudicazione

Con parere motivato, reso il 23 marzo 1998 all'indirizzo della Repubblica italiana, ai sensi dell'art. 169 del Trattato CE, la Commissione CE ha sottoposto a censura il comportamento di un'amministrazione pubblica che, all'esito di una licitazione privata, ha proceduto, dopo il ricevimento delle offerte, a rinegoziarne i contenuti relativi a termini e prezzi con l'impresa risultata aggiudicataria (procedura d'infrazione n. 95/4646).

19 ottobre 2001

Affidamento a società miste della gestione di servizi pubblici locali

La Commissione dell'Unione europea ha avviato nei confronti dello Stato italiano una procedura di infrazione per la violazione delle disposizioni comunitarie sotto il profilo dell'applicazione della normativa in materia di affidamento della gestione dei servizi pubblici locali

Torna all'inizio del contenuto