Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Tessera Professionale Europea

La Tessera professionale europea è una procedura elettronica introdotta nel 2016 per ottenere il riconoscimento della propria qualifica professionale ed esercitare la professione in un altro paese dell'UE. E' più facile, veloce e anche più trasparente da gestire rispetto alle ordinarie procedure di riconoscimento delle qualifiche professionali.

Può essere chiesta sia per lo stabilimento che per la libera prestazione di servizi, in alternativa alla procedura tradizionale, per le seguenti professioni:

  • farmacista
  • fisioterapista
  • infermiere
  • guida alpina
  • agente immobiliare

Il professionista può chiedere il rilascio della Tessera attraverso il sito Your Europe seguendo le indicazioni "Richiedere una tessera EPC". Nella sezione "Verifica le formalità per la tessera EPC nel tuo paese" sono elencati i documenti da caricare richiesti dallo Stato membro ove il professionista vuole stabilirsi o esercitare la propria attività temporaneamente o occasionalmente. Si raccomanda di scansionare singolarmente ogni documento richiesto dall'Autorità competente in alta risoluzione e di dimensioni non superiori a 10 MB.

In caso di richiesta di stabilimento o di prestazione temporanea per professioni che hanno incidenza sulla salute o sicurezza pubblica, la domanda, presentata al Paese di origine, è trasferita online al Paese ospitante che, fatte le opportune valutazioni, deciderà se rilasciare direttamente la tessera, rilasciarla previo superamento di misure compensative (tirocinio di adattamento di massimo tre anni oppure, in linea di principio a scelta del richiedente, prova attitudinale) o negare il rilascio motivando la decisione.

In Italia, la Tessera viene rilasciata dall'Autorità competente nazionale. Nel caso in cui il professionista intende esercitare in libera prestazione di servizi al di fuori di quelli previsti dall'art. 7.4 (professioni regolamentate aventi ripercussioni in materia di pubblica sicurezza o di sanità pubblica per le quali lo Stato membro ospitante può chiedere una verifica preliminare della qualifica professionale), la Tessera è invece rilasciata dall'Autorità competente dello Stato membro di origine, ove applicabile, e sostituisce la dichiarazione preventiva della procedura tradizionale.

Il rilascio della Tessera, ai fini dello stabilimento, non conferisce un diritto automatico all'esercizio della professione in Italia, se la normativa italiana richiede altri requisiti o procedure di controllo. In particolare, l'esercizio della professione di:

  • farmacista è subordinata all'iscrizione all'Ordine dei farmacisti territorialmente competente;
  • infermiere prevede l'obbligo di iscrizione all'Albo (Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche - FNOPI);
  • guida alpina è subordinata all'iscrizione all'albo dei Collegi Regionali e Provinciali;
  • agente immobiliare richiede la presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata d'Inizio Attività) alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura della città in cui si intende esercitare.

I datori di lavoro, le organizzazioni professionali o altri soggetti interessati possono verificare online la validità della Tessera sul sito Your Europe.

Il professionista titolare della Tessera deve mantenere costantemente aggiornati i dati personali inseriti online all'atto della richiesta. In particolare, poiché i suoi datori di lavoro o altri soggetti interessati possono verificare online la validità della tessera utilizzando il numero di riferimento presente sulla tessera unitamente al documento di riconoscimento, è necessario, qualora venga rilasciato un nuovo documento di riconoscimento, di caricarlo nel proprio profilo creato per la presentazione della richiesta.

tessera professionale europea
Torna all'inizio del contenuto