Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Quadro istituzionale

Il quadro istituzionale dell'UE comprende:

    • Commissione europea
    • Consiglio dell'UE
    • Parlamento europeo
    • Consiglio europeo
    • Corte di Giustizia europea
    • Corte dei Conti europea
    • Banca Centrale europea 

Di queste, le prime tre hanno potere decisionale di tipo normativo ed agiscono in modo coordinato. Di regola, è compito della Commissione proporre le nuove norme, mentre spetta al Parlamento e al Consiglio adottarle. Compito della Commissione è anche quello di controllare la corretta applicazione delle norme da parte degli Stati membri.

Nei casi in cui il Consiglio e il Parlamento non riescano a trovare un accordo sugli emendamenti, si cerca di arrivare ad una soluzione tramite il comitato di conciliazione, altrimenti detto "trilogo formale". In questo processo interviene anche la Commissione europea in qualità di mediatore fra i due organi affinché si raggiunga più rapidamente una soluzione. Il "trilogo informale" invece può essere realizzato in un qualsiasi momento durante la procedura legislativa ordinaria. Gli accordi che si raggiungono durante i triloghi vanno poi approvati attraverso le procedure formali di ciascuna delle tre istituzioni.

Per approfondimenti sui triloghi si può consultare il documento [link a .pdf] sul sito del Parlamento europeo a pag. 21. 

Una quarta istituzione, il Consiglio europeo, definisce gli orientamenti politici generali dell'Unione e le prospettive di sviluppo dell'Unione. Non bisogna confondere il Consiglio europeo con il Consiglio dell'Unione Europea né con il Consiglio d'Europa, che è una organizzazione internazionale distinta dall'Unione Europea.

La Corte di Giustizia dell'Unione Europea e la Corte dei Conti europea hanno funzioni di controllo rispettivamente giurisdizionale e contabile. Il sistema dell'UE è poi completato dalla Banca Centrale europea che svolge un ruolo cardine nel campo della politica economica e monetaria.

Oltre che dalle istituzioni, il quadro organizzativo dell'UE è composto da una serie di organi ed organismi con funzioni di carattere consultivo, finanziario e di controllo. Tra questi figurano il Comitato delle Regioni, il Comitato economico e sociale, la Banca europea per gli investimenti e le Agenzie europee.

Commissione europea

La Commissione europea è l’istituzione che rappresenta e tutela, in piena indipendenza, gli interessi generali dell’Unione.

Consiglio dell'Unione Europea

Il Consiglio dell’Unione è l’istituzione che rappresenta i governi degli Stati membri nell’ambito del processo decisionale dell’UE.

Parlamento europeo

Il Parlamento europeo è l’unica istituzione dell’UE eletta direttamente dai cittadini europei. E’ composto da rappresentanti dei cittadini dell’Unione eletti a suffragio universale diretto con un mandato di cinque anni.

Consiglio europeo

Il Consiglio europeo è composto dai Capi di Stato o di governo degli Stati membri, dal suo Presidente e dal Presidente della Commissione. Partecipa ai lavori anche L'Alto Rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Corte di Giustizia dell’Unione Europea

lstituzione giurisdizionale dell’Unione europea, la Corte di Giustizia assicura il rispetto del diritto nell'interpretazione e nell'applicazione dei trattati dell’UE.

Corte dei Conti europea

La Corte dei Conti europea vigila sulla legittimità e la regolarità delle entrate e delle uscite del bilancio dell’Unione e ne accerta la sana gestione finanziaria.

Banca Centrale europea

La Banca Centrale europea (BCE) è stata istituita nel 1998 dal Trattato sull'Unione Europea per operare nell'ambito del «Sistema europeo di banche centrali» (SEBC) di cui fanno parte le banche centrali di tutti gli Stati membri dell’Unione.

Torna all'inizio del contenuto