Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Frodi all'UE, Savona: recuperati oltre 136 milioni di euro nel 2018

12 dicembre 2018

Il Ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona, comunica che nel corso del 2018 il Nucleo della Guardia di Finanza per la repressione delle frodi nei confronti della UE, comandato dal Generale Francesco Attardi, ha chiuso con esito favorevole 47 casi di irregolarità/frodi per un recupero complessivo per oltre 136 milioni di euro.

Il fenomeno delle frodi nei fondi dell'Unione Europea assume notevole rilevanza, per gli effetti negativi connessi alla mancata realizzazione degli obiettivi di crescita e occupazione, all'alimentazione dei flussi dell'economia illegale e alla (possibile) perdita finanziaria per lo Stato membro in caso di mancato recupero.

L'attività di monitoraggio e coordinamento del Nucleo della Guardia di Finanza, in stretta sinergia con le singole Amministrazioni, ha determinato la chiusura di 17 dossier di irregolarità/frodi per un ammontare complessivo pari a € 5.782.652,96 per quanto riguarda il Fondo Europeo Agricolo di Orientamento e Garanzia/Sezione Orientamento e di 30 dossier per un importo complessivo pari a €130.406.682,74 con riferimento al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Per tutti i dossier, la Commissione europea ha deciso di non dar luogo a rettifiche finanziarie pregiudizievoli per l'Italia dichiarando le indagini definitivamente chiuse.

frodi europee
Torna all'inizio del contenuto