Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Consultazioni europee nuove

Nuove consultazioni pubbliche promosse dalla Commissione europea - Rilevazione del mese di ottobre

**Leggi la sintesi della consultazione e partecipa anche tu!**


Ambiente


  • Consultazione pubblica sulla qualità delle acque di balneazione - revisione delle norme dell'UE 

    Fin dagli anni settanta l'UE dispone di norme per proteggere le acque di balneazione pulite. Tali norme sono state aggiornate e semplificate mediante la direttiva sulle acque di balneazione del 2006 che, secondo le relazioni annuali sulla qualità delle acque di balneazione, è generalmente ben attuata dagli Stati membri. Tuttavia, l'esperienza acquisita con le migliori pratiche in alcuni Stati e con i più recenti sviluppi scientifici e tecnologici indica che alcuni settori potrebbero essere migliorati. Anche alla luce del Green Deal europeo, la direttiva deve allinearsi alle nuove ambizioni in materia di ambiente e clima. Con questa consultazione si vorrebbe conoscere il parere dei partecipanti in merito alla direttiva, in particolare per quanto riguarda le possibili carenze e le preoccupazioni emergenti riguardanti i cittadini, la salute e l'ambiente. I pareri espressi alimenteranno la valutazione e la valutazione d'impatto che costituiranno la base di conoscenze per un'eventuale revisione della direttiva.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 20 gennaio 2022 rispondendo al questionario online.

  • Consultazione pubblica sul traffico illegale di specie selvatiche: piano d'azione dell'UE (valutazione)

    Tra i portatori di interessi dell'UE figurano: Stati membri e autorità competenti; reti europee di professionisti del settore; associazioni di imprese, artigiani e collezionisti; industrie coinvolte nel commercio di specie selvatiche o nell'uso di prodotti commercializzati; organizzazioni di interesse pubblico (conservazione, benessere degli animali, riduzione della povertà); istituzioni scientifiche e cittadini dell'UE interessati a questo tema. Tra i portatori di interessi, nei paesi terzi e a livello multilaterale, figurano: autorità dei paesi partner che si occupano di commercio, conservazione e sicurezza delle specie selvatiche; organizzazioni settoriali e della società civile; organizzazioni intergovernative coinvolte in (coordinamento di) attività di regolamentazione o di applicazione pertinenti.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 28 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

  • Consultazione pubblica sulla revisione del piano d'azione dell'UE per prevenire il commercio illegale di specie selvatiche 
    Nel 2016, con la comunicazione sul piano d'azione dell'UE contro il commercio illegale di specie selvatiche (COM (2016)87), la Commissione ha definito un piano d'azione contro il traffico illegale di specie selvatiche nell'UE e a livello mondiale. La Commissione sta valutando il piano d'azione dell'UE contro il traffico illegale di specie selvatiche e ne sta preparando la revisione. La presente consultazione pubblica invita i cittadini e le organizzazioni a fornire prove sulla loro esperienza e sulle loro opinioni in merito al piano d'azione dell'UE contro il traffico illegale di specie selvatiche. I risultati della consultazione contribuiranno alla valutazione e revisione del piano d'azione.

     

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 28 dicembre 2021 rispondendo al questionario online

Commercio


  • Consultazione pubblica sugli accordi commerciali con la Georgia e la Moldova – valutazione 
    I principali obiettivi della presente consultazione sono:
    - informare le parti interessate in merito allo svolgimento della valutazione e alle relative conclusioni, consentendo a queste di apportare il loro contributo alla valutazione ed esprimere le loro opinioni sugli accordi; 
    - contribuire all'individuazione di eventuali conseguenze degli accordi dal punto di vista economico, sociale, ambientale e dei diritti umani;
    - contribuire all'individuazione dei settori e dei gruppi che hanno tratto benefici o hanno subito ripercussioni negative per effetto dell'attuazione degli accordi; analizzare le ragioni all'origine di tali effetti;
    - contribuire allo svolgimento degli studi di casi.

    Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 10 gennaio 2021 rispondendo al questionario online.

Energia


  • Consultazione pubblica sulla digitalizzazione del settore energetico: piano d'azione dell'UE
    La Commissione europea sta lavorando a un piano d'azione sulla digitalizzazione del sistema energetico. In questo contesto, sta svolgendo una consultazione pubblica per raccogliere i contributi delle parti interessate e dei singoli cittadini. Il questionario della consultazione riguarda molteplici aspetti della digitalizzazione del sistema energetico, presi in considerazione attraverso sezioni e domande mirate. 

    Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 24 gennaio 2022 rispondendo al questionario online.

Giustizia e diritti fondamentali


  • Consultazione pubblica sull'azione dell'UE contro l'abuso del contenzioso nei confronti di giornalisti e difensori dei diritti umani (SLAPP)
    Le SLAPP (Strategic lawsuits against public participation) sono una forma recente ma sempre più diffusa di interferenza nel dibattito pubblico dell'UE. Esse sono una vera e propria minaccia al pluralismo del dibattito pubblico, in quanto possono indurre chi ne è vittima ad autocensurarsi. Possono inoltre avere un effetto deterrente su altri bersagli potenziali, spingendoli a non far valere il loro diritto di indagare e a non riferire su questioni di interesse pubblico. A causa della loro funzione pubblica di controllo, i giornalisti e i difensori dei diritti sono particolarmente esposti a questo tipo di azioni. La Commissione consulterà i portatori d'interessi sia per raccogliere elementi di prova sulla definizione del problema e sulle sue conseguenze, che per dar loro l'opportunità di esprimere un parere sulle possibili opzioni strategiche e di formulare eventuali altre osservazioni sull'iniziativa. L'iniziativa intende proteggere meglio i giornalisti e i difensori dei diritti civili da azioni legali strategiche tese a bloccare la partecipazione pubblica (SLAPP) e garantire il corretto funzionamento del sistema di bilanciamento dei poteri in una democrazia sana mettendo il dibattito pubblico al riparo da interferenze indebite. 

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 10 gennaio 2022 rispondendo al questionario online.

Mercato unico


  • Consultazione pubblica sui servizi turistici - iniziativa sugli affitti di breve durata
    Nella sua strategia per le PMI del marzo 2020 la Commissione europea ha annunciato un'iniziativa sui servizi di locazione di alloggi a breve termine. Il documento di lavoro dei servizi della Commissione relativo a percorsi di transizione per il turismo per un ecosistema più resiliente, innovativo e sostenibile prevede, tra le altre azioni da esaminare, una proposta legislativa per migliorare il quadro per i servizi di locazione di alloggi a breve termine. L'obiettivo della presente consultazione è raccogliere i riscontri di tutti i portatori di interessi sulla situazione attuale e sui potenziali effetti delle possibili misure relative alla fornitura di servizi di locazione di alloggi a breve termine. I portatori di interessi sono consultati per raccogliere pareri sull'interesse nei confronti di tali misure e sull'utilità delle stesse, come pure per fornire informazioni concrete, dati e conoscenze pertinenti per l'iniziativa. I risultati della consultazione costituiranno un contributo prezioso per la valutazione d'impatto svolta dalla CE in merito a un'iniziativa sui servizi di locazione di alloggi a breve termine.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 13 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

Mercato unico, giustizia e diritti fondamentali


  • Consultazione pubblica sulla responsabilità civile – adeguare le norme in materia di responsabilità all'era digitale e all'intelligenza artificiale 
    Scopo della consultazione è:
    - confermare la pertinenza delle questioni individuate nella valutazione del 2018 della direttiva sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi (ad esempio, come applicare la direttiva ai prodotti nell'economia digitale e circolare) e raccogliere informazioni e opinioni su come migliorarla;
    - raccogliere informazioni sulla necessità e sulle possibili modalità per affrontare le sfide specifiche dell'intelligenza artificiale per quanto riguarda eventuali adeguamenti della direttiva e delle norme nazionali in materia di responsabilità.
    La sezione I della consultazione riguarda la direttiva sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi. Dal 1985 tale direttiva fornisce un sistema armonizzato di risarcimento dei consumatori che hanno subito un danno provocato da prodotti difettosi. La direttiva si applica a tutti i prodotti mobili, indipendentemente dalla tecnologia che utilizzano, e pertanto si applica anche ai prodotti basati sull'IA. Dalla valutazione è tuttavia emerso che, poiché la direttiva contiene concetti superati, risulta difficile applicarla ai prodotti nell'economia digitale e circolare. È inoltre emerso che è difficile per i consumatori ottenere un risarcimento, soprattutto quando si tratta di dimostrare che prodotti complessi sono difettosi e causano danni. La sezione II della consultazione riguarda specificamente l'IA. L'obiettivo della Commissione è incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di sistemi di IA sicuri e creare fiducia tra i potenziali utenti. Al fine di affrontare i rischi per la sicurezza e tutelare i diritti fondamentali, la Commissione ha proposto regole armonizzate per lo sviluppo, l'immissione sul mercato e l'uso di determinati sistemi di IA (legge sull'IA) e ulteriori modifiche alla legislazione in materia di sicurezza (ad esempio, la proposta di regolamento sui prodotti macchina). In una fase successiva potrebbe essere necessario adeguare anche la direttiva sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi e le norme nazionali in materia di responsabilità. Nella seconda parte della consultazione vengono ulteriormente esaminati i problemi legati a determinati tipi di IA che rendono difficile individuare il soggetto potenzialmente responsabile, dimostrare la colpa di tale soggetto o il difetto di un prodotto e il nesso causale con il danno. 

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 10 gennaio 2022 rispondendo al questionario online. 

Occupazione e affari sociali


  • Consultazione pubblica sul programma per l'occupazione e l'innovazione sociale 2014-2020 - valutazione finale
    La presente consultazione mira a orientare la valutazione ex post del programma per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI) e la valutazione finale dello strumento europeo Progress di microfinanza (EPMF), effettuate a norma dell'art. 13, paragr. 4, e dell'art .38, parag. 1, del reg. EaSI (Regolamento UE n. 1296/2013) nonché dell'art. 9 della decisione EPMF (decisione n. 283/2010/UE). La valutazione riguarda i cinque criteri di valutazione (pertinenza, efficacia, efficienza, coerenza e valore aggiunto dell'UE) approvati dagli orientamenti per legiferare meglio.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 28 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

Sanità e salute pubblica


  • Consultazione pubblica sulla revisione della legislazione generale dell'UE in materia di prodotti farmaceutici
    La presente consultazione mira a raccogliere le opinioni delle parti interessate e dei cittadini al fine di sostenere la valutazione dell'attuale legislazione farmaceutica generale sui medicinali per uso umano e la valutazione d'impatto della revisione di tale legislazione, allo scopo di garantire un sistema normativo sui medicinali a prova di crisi e adeguato alle esigenze future. Essa si basa sulla consultazione pubblica condotta nel novembre 2020 per la preparazione della strategia farmaceutica per l'Europa. La legislazione farmaceutica generale stabilisce le definizioni principali, gli incentivi normativi e le procedure di autorizzazione, come pure le prescrizioni in materia di fabbricazione e autorizzazione dei medicinali nonché in relazione alla fase successiva all'autorizzazione. 

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 21 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

Sicurezza alimentare


  • Consultazione pubblica sul benessere degli animali - revisione della legislazione dell'UE 
    L'iniziativa esaminerà diverse opzioni per affrontare le carenze individuate nella recente valutazione della legislazione dell'UE in materia di benessere degli animali, con l'obiettivo di rivedere tale legislazione. Vorremmo conoscere il vostro punto di vista e la vostra esperienza in merito all'adeguatezza delle norme vigenti e al modo in cui potrebbero essere migliorate.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 21 gennaio 2022 rispondendo al questionario online.

Statistiche


  • Consultazione pubblica sulla Raccolta di dati - Statistiche europee sulla popolazione (ESOP)
    La Commissione europea sta lavorando a una proposta volta a ripensare le statistiche europee sulla popolazione. In tale contesto, sta svolgendo una consultazione pubblica per raccogliere i contributi dei portatori di interessi. Il sondaggio della consultazione riguarda sia una valutazione retrospettiva della legislazione vigente dell'UE sia le opzioni di modernizzazione future. Le domande chiave si riferiscono alla misura in cui le statistiche demografiche esistenti continuano a fornire in modo efficiente e proporzionato le informazioni necessarie per le politiche UE e all'individuazione delle lacune attuali più gravi, comprese le nuove esigenze in materia di dati.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 23 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

Trasporti


  • Consultazione pubblica su una Strategia 2.0 dell'UE per i droni per promuovere la mobilità sostenibile e intelligente
    La Commissione europea sta elaborando una "Strategia 2.0 per i droni per un ecosistema intelligente e sostenibile di aeromobili senza equipaggio in Europa". Sulla base delle politiche e del quadro normativo già in vigore a livello di UE in questo ambito, la presente consultazione pubblica mira a raccogliere informazioni e feedback dalle parti interessate più pertinenti e dal grande pubblico su come la politica dell'UE in materia di droni possa contribuire a una nuova offerta di servizi aerei e trasporti sostenibili. La consultazione dovrebbe contribuire a individuare le misure che potrebbero essere adottate per sostenere un uso più ampio dei droni e le preoccupazioni che l'intervento pubblico dell'UE dovrebbe affrontare per garantire uno sviluppo sicuro, efficiente e sostenibile di un ecosistema di droni.

     Clicca qui e partecipa alla consultazione fino al 31 dicembre 2021 rispondendo al questionario online.

 

Consultazioni pubbliche europee
Torna all'inizio del contenuto