Conferenza sul futuro dell'Europa, Commissione delinea come dar seguito alle proposte dei cittadini

17 giugno 2022

La Commissione europea ha adottato venerdì 17 giugno la comunicazione "Conference on the future of Europe - Putting vision into concrete action" nella quale illustra in che modo può dare seguito ai risultati della Conferenza sul futuro dell'Europa.

Come noto, la Conferenza si è conclusa il 9 maggio 2022 con una cerimonia di chiusura, tenutasi a Strasburgo, nel corso della quale la Presidente del Parlamento europeo, il Presidente del Consiglio e la Presidente della Commissione hanno ricevuto una relazione finale contenente 49 proposte e 326 singole misure.

Un risultato certamente positivo, sia per la quantità e qualità delle proposte, sia per il coinvolgimento di centinaia di migliaia di cittadini europei che hanno contribuito al dibattito sul futuro dell'Europa. Ma il successo della Conferenza dipenderà proprio dai cambiamenti che riuscirà ad avviare.

La comunicazione della Commissione rappresenta il primo passo in questa direzione. Contiene una valutazione delle azioni necessarie per concretizzare le proposte della Conferenza, presenta una panoramica delle prossime tappe e illustra come trarre i massimi insegnamenti dalla Conferenza e integrare la democrazia partecipativa nelle politiche e nel processo legislativo dell'UE. Per esempio, partendo dal successo che hanno avuto durante la Conferenza, la Commissione darà ai panel europei di cittadini la facoltà di deliberare e formulare raccomandazioni prima di alcune proposte chiave, nell'ambito della sua generale definizione delle politiche e in linea con i principi per legiferare meglio.

La Comunicazione definisce quattro categorie di risposte:

  • iniziative già in atto che rispondono alle proposte (per esempio la normativa europea sul clima);
  • iniziative proposte dalla Commissione europea per le quali viene richiesta l'adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio (per esempio il nuovo patto sulla migrazione);
  • azioni previste che daranno seguito alle idee sulla base di nuove riflessioni scaturite dalla Conferenza (per esempio la normativa per la libertà dei media);
  • nuove iniziative o settori di intervento ispirati alle proposte e che rientrano nelle competenze della Commissione (per esempio questioni relative alla salute mentale).

La Presidente von der Leyen annuncerà la prima serie di proposte nel discorso sullo Stato dell'Unione a settembre 2022 e nella relativa lettera di intenti. Tali proposte saranno incluse nel programma di lavoro della Commissione per il 2023 e in quelli successivi. Inoltre, nell'autunno 2022 sarà organizzato un evento di feedback per tener vivo lo slancio della Conferenza e aggiornare i cittadini che vi hanno partecipato. Sarà un'occasione per comunicare e spiegare in che modo le  istituzioni europee stanno realizzando le proposte e per fare il punto sui progressi compiuti fino a quel momento.

Leggi la comunicazione della Commissione

 

Conferenza sul futuro dell'Europa
Torna all'inizio del contenuto