Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Consiglio Affari Generali, 29 gennaio 2018

29 gennaio 2018

Il Consiglio ha adottato un nuovo blocco di direttive per i negoziati sulla Brexit che forniranno, in particolare, dettagli sulla posizione dell'UE a 27 in merito al periodo di transizione.

Ha anche proposto che il periodo di transizione nelle direttive di negoziato sia il 21 dicembre 2020. Durante il periodo di transizione, è la posizione dell'Unione, l'insieme dell'acquis dell'UE continuerà ad applicarsi al Regno Unito come se fosse uno Stato membro. Le modifiche all'acquis adottate durante tale periodo si applicherebbero, quindi, anche al Regno Unito.

Saranno inoltre applicati tutti gli strumenti e le strutture dell'UE, di bilancio in materia di regolamentazione, bilancio, vigilanza, attività giudiziaria ed esecuzione, ivi compresa la competenza della Corte di giustizia dell'Unione Europea

Per quanto riguarda lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia, in cui il Regno Unito ha un diritto di "opt in" e "opt out" su singole parti legislative, le attuali regole si applicheranno per gli atti adottati durante la transizione ai quali il Regno Unito è vincolato prima del suo ritiro. Tuttavia il Regno Unito non potrà beneficiare di “opt out” rispetto alle nuove misure in quest'area diverse da quelle che modificano, sostituiscono o si fondano su quelle cui è vincolato prima del suo ritiro.

Il Regno Unito, nella fase di transizione post-Brexit (dal 29 marzo 2019 fino alla fine del 2020), uscirà da tutte le istituzioni e da tutte le istanze decisionali dell'UE.

"I negoziati sulla Brexit devono andare di pari passo con un'azione molto forte tra i 27 per approfondire l'integrazione europea", ha spiegato il Sottosegretario alle Politiche e agli Affari europei Sandro Gozi, a margine del Consiglio Affari generali. "Più noi saremo efficaci, dinamici nell'approfondire l'Unione, nell'affrontare le varie questioni aperte su come rifondare l'UE, più i 27 saranno determinati ad approfondire l'integrazione, più questo avrà un effetto sinergico e positivo anche sul modo in cui i 27 si porranno nel negoziato sulla Brexit, soprattutto nel momento in cui si penserà al futuro".

Consiglio Affari Generali , brexit
Torna all'inizio del contenuto