Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Consiglio Affari generali, 24 giugno 2016

24 giugno 2016

Il Consiglio ha avuto uno scambio di opinioni sul risultato del referendum del Regno Unito, anche in preparazione del prossimo Consiglio europeo di giugno. E' stato espresso dispiacere per l'esito del referendum ma anche determinazione sui prossimi passi da compiere, in particolare sulla necessità di guardare alle reali preoccupazioni dei cittadini europei come il lavoro, la sicurezza, il fenomeno migratorio.

Proprio il fenomeno migratorio è uno dei temi principali in agenda al Consiglio europeo del 28 e 29 giugno, con particolare attenzione agli aspetti esterni del fenomeno e al nuovo quadro di partenariato con i paesi di origine e di transito.

A tal proposito, il Sottosegretario Gozi, al termine del Consiglio, ha spiegato che le conclusioni preparate per il vertice europeo presentano "l'impostazione che abbiamo voluto" anche se "ci sono dei punti su cui dobbiamo essere ancora più chiari", come l'aumento del fondo per l'Africa a 500 milioni di euro che "secondo noi va chiaramente indicato nelle conclusioni. E questo ho chiesto a nome del Governo italiano". Il Sottosegretario Gozi ha anche sottolineato di aver chiesto che nelle conclusioni del Consiglio vi sia un "riferimento esplicito" ai criteri su cui si deve basare la scelta dei Paesi con cui la Commissione negozierà i nuovi 'compact'.

 

Consiglio Affari generali , Sandro Gozi , migrazione
Torna all'inizio del contenuto