Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Gozi: Dopo stop roaming da aprile al via portabilità contenuti digitali. Europa vicina ai cittadini

27 marzo 2018

"Dal primo aprile chi si muove in Europa per viaggio, per studio e per lavoro non dovrà rinunciare ai propri contenuti digitali come film, trasmissioni sportive, musica, e-book o giochi. Dopo aver messo fine al roaming dal 15 giugno 2017, dal prossimo mese per tutti i viaggiatori nell'UE anche la portabilità dei contenuti digitali sarà una realtà. Un importante e concreto passo avanti che favorirà la mobilità dei cittadini europei, soprattutto dei giovani grazie all'inserimento, su proposta italiana, del riferimento specifico alla presenza all'estero per motivi di studio. La realizzazione di un mercato unico digitale e senza frontiere è sempre stata una delle priorità dei governi Renzi e Gentiloni, e l'Italia in tal senso è sempre stata in prima linea per accelerare la sua realizzazione come dimostrano i fatti. Il nostro lavoro di mediazione in sede di negoziato è stato decisivo nel raggiungere il risultato". Così il sottosegretario Gozi annunciando l'avvio dal primo aprile 2018 della portabilità dei contenuti digitali in tutta Europa.

Una novità che, secondo dati ufficiali della Commissione europea, intercetta un numero di utenti ampio e in crescita. La spesa dei consumatori per i servizi di abbonamento video è aumentato del 113% all'anno tra il 2010 e il 2014 e il numero di utenti del 56% tra il 2014 e il 2015. Si stima inoltre che almeno 29 milioni di persone, pari al 5,7% di consumatori nell'UE, potrebbero avvalersi della portabilità transfrontaliera e di molti altri ancora in futuro, fino a 72 milioni di persone entro il 2020.

portabilità dei dati , mercato unico digitale , roaming
Torna all'inizio del contenuto