Biografia

Luciano Barra Caracciolo è Sottosegretario per gli Affari Europei nel governo presieduto dal presidente Giuseppe Conte dal 12 giugno 2018.

Nato a Roma il 1° settembre 1959.

Diploma di maturità scientifica conseguito nel 1977 con il voto di 60/60.

Laurea in Giurisprudenza con 110/110 e lode presso l'Università La Sapienza conseguita nel marzo 1982 con una tesi in diritto amministrativo, relatore il prof. Mario Nigro.

Servizio militare svolto come ufficiale di complemento della Guardia di finanza nel periodo 1982-1983.

Titoli professionali e concorsi pubblici

Svolge le funzioni di Presidente di Sezione del Consiglio di Stato con decorrenza dal dicembre 2010.

Vincitore nel 1993 del concorso a consigliere di Stato bandito per un posto (con decorrenza giuridica 31 dicembre 1991).

Vincitore nel 1989 del concorso a referendario di Tribunale amministrativo regionale, classificandosi al 1° posto nella graduatoria finale.

Vincitore del concorso per uditore giudiziario indetto con D.M. 2 febbraio 1983 ed immesso nei ruoli della magistratura ordinaria nel maggio del 1985.

Vincitore di concorso di funzionario di VIII° livello nella carriera direttiva del Ministero dei Trasporti nel 1985.

Abilitato alla professione forense per superamento dell'esame di Procuratore legale nel maggio 1984 (presso la Corte d'Appello di Roma).

Per due volte componente elettivo del Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa, quale magistrato Tar (1992-1993) e quale magistrato del Consiglio di Stato (2009-2014).

Esperienze all'estero

Vincitore di una borsa di studio assegnata dal CNR per condurre studi di diritto amministrativo comparato presso l'Università dell'Illinois at Urbana Champaign (dicembre 1984).

Visiting Scholar presso l'Università della California a Los Angeles (UCLA), ove durante l'anno 1996 svolge studi di approfondimento del diritto amministrativo statunitense con particolare riguardo alla struttura e alle funzioni dell'Amministrazione neutrale e delle Autorità indipendenti.

Designato rappresentante del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa presso la Rete europea degli organi di autogoverno delle magistrature, partecipando a varie sessioni plenarie di tale organo.

Incarichi presso il Governo e Autorità amministrative

Consigliere giuridico presso l'Ufficio legislativo della funzione pubblica prima nel 1994 e poi nel 1995.

Capo di Gabinetto del Ministro senza portafogli per gli Italiani nel mondo, a cavallo tra il 1994 e il 1995.

Componente della Commissione per l'elaborazione di una legge di riordino delle Autorità indipendenti, nominata dal Ministro della Funzione pubblica, nel 1997.

Esperto presso il Nucleo per la semplificazione dell'attività amministrativa e normativa presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, in posizione di fuori ruolo tra la fine del 1999 e il marzo 2001.

Vicesegretario Generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, tra il maggio 2001 e il marzo 2005.

Componente del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici (e di valutazione dell'impatto regolatorio- AIR) presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, dal 2010 al 2014.

Libri pubblicati e principali pubblicazioni scientifiche

Monografie quale autore unico

  • "Funzione amministrativa e amministrazione neutrale nell'ordinamento USA – profili comparativi" (1997)
  • "Euro e/o democrazia costituzionale" (2013)
  • "La Costituzione nella palude- Indagine su Trattati al di sotto di ogni sospetto"

Monografie con altri autori

  • "I controlli amministrativi esterni e le Autorità indipendenti" (1997)
  • "Nuova giurisdizione del giudice amministrativo" (1999)
  • "Il procedimento davanti alle Autorità indipendenti" (1999)
  • "Evoluzione del ruolo di coordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri" (contributo nell'ambito della monografia pubblicata dall'Associazione per gli studi e le ricerche parlamentari) (2003)
  • "Autorità amministrative indipendenti e sistema giuridico-istituzionale"

Principali articoli su riviste scientifiche

Sulla rivista Giustamm

  • Il punto di «non ritorno» nella tutela della Costituzione nella riflessione di Vincenzo Caianiello. Euro, potere costituente e democrazia.
  • I tagli ai costi della politica. Un approccio radicale di revisione costituzionale
  • L'azione risarcitoria autonoma: una costruzione senza riscontro positivo ed il wishful thinking delle Sezioni Unite
  • L'Europa alla prova dell'euro: bilancio pubblico, deficit e dinamiche del Pil
  • Società a partecipazione pubblica e correlazioni con le dinamiche del bilancio pubblico
  • Area euro, mercantilismo e violazioni del Trattato
  • L'AIR dalle sue origini all'introduzione nell'ordinamento italiano
  • Ragionevolezza, attendibilità e sindacato costituzionale sulla normativa in materia economica
  • Crisi del debito sovrano, esiti recessivi e vie d'uscita
  • Imposta patrimoniale redistributiva della fiscalità "di sistema". Interventi di sviluppo complementari agli effetti antievasione della nuova imposizioneRiflessioni sulla «Unione bancaria» tra principi costituzionali inviolabili e ordoliberismo finanziario
  • Il giudice amministrativo "colpevole" di recessione e incertezza del diritto?

Sul sito dell'Ufficio Studi del Consiglio di Stato

  • Profili di illegittimità costituzionale della c.d. "unione bancaria" e del "bail-in" nel quadro della moneta unica (2016)
  • Il problema del saldo target-2: come adempiere in corretto intendimento dell'operazione di conversione (2017)

Su Asimmetrie.org

  • UK, Italia e la sovranità: la sua ragion d'essere e le gerarchie internazionali (2016)
  • Golden rule e asimmetria nell'applicazione delle regole europee (2014)
Torna all'inizio del contenuto