Biografia

Sandro Gozi è Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle politiche e agli affari europei.

Dal 28 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016 ha rivestito la stessa carica durante il Governo Renzi.

Nel 2013 è stato eletto Presidente della Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa, Vice presidente dell'Assemblea Parlamentare presso il Consiglio d'Europa e co-Presidente dell'intergruppo parlamentare Federalista per gli Stati Uniti d'Europa. Nel 2013 è stato collaboratore a titolo gratuito del Comune di Roma in materia di fondi e progetti europei. Nel gennaio 2014 è stato eletto vicepresidente del Gruppo Socialista presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa.

Deputato italiano dal 2006 col Partito Democratico, dal 2006 al 2008 è stato Presidente del Comitato Parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione. Nella legislatura successiva (2008-2013) è stato capogruppo del Partito Democratico nella Commissione per le politiche dell'Unione Europea e responsabile nazionale per le Politiche Europee del PD.

Dal 1995 al 1996 ha lavorato come diplomatico al Ministero degli Affari Esteri. Nel 1996 alla Commissione europea ha curato i rapporti con il Parlamento Europeo e il negoziato per l'introduzione dell'euro.

Complessivamente, ha lavorato come funzionario della Commissione europea per 10 anni, durante i quali si è occupato di affari istituzionali, della cooperazione regionale nei Balcani e nel Mediterraneo, di educazione e cultura. In particolare, dal 2000 al 2004 ha fatto parte del gabinetto del Presidente della Commissione Romano Prodi, e successivamente fino al 2005 è stato membro dell'ufficio dei consiglieri politici del Presidente José Manuel Durao Barroso.

Tornato in Italia, nel 2005 è consigliere diplomatico del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola per poi rivestire il ruolo di consigliere per le politiche europee nel Governo Prodi dal 2006 al 2008.

È presidente dell'Associazione Italia-India, e dal 2004 al 2012 è stato vice segretario generale del Partito Democratico Europeo.

È docente di Istituzioni e Politiche dell'Unione Europea all'Institut d'Etudes Politiques di Parigi, e ai Collegi Europei di Bruges e Parma.

Sandro Gozi è inoltre autore sia di varie pubblicazioni sulla politica europea sia di editoriali e articoli su politiche nazionali ed europee.


Riconoscimenti e premi

  • Dottorato Honoris Causa in Lettere e Filosofia, Università di Friburgo
  • Prix de l'Engagement européen, Maison du Barreau -Politique Internationale, Parigi
  • Onorificenza della Repubblica di Malta, Ordine nazionale al Merito
  • Onorificenza della Repubblica Francese, Chevalier dans l'Ordre de la Légion d'Honneur
  • Onorificenza della Città di San Francisco per l'impegno a favore dei diritti civili
  • Onorificenza della Harvey Milk Foundation per l'impegno a favore dei diritti civili
  • Onorificenza della Repubblica Francese, Chevalier dans l'Ordre des Palmes Académiques
  • 2002 Premio Letterario «Sele d'Oro»

 
Pubblicazioni

  • Génération Erasmus: ils sont dejà au pouvoir", ed. Plon, Parigi, 2016
  • "Generazione Erasmus al potere : il coraggio della responsabilità", Egea edizioni, Milano, 2016
  • "L'Urgenza Europea", dialogo con Marielle de Sarnez a cura di Eric Jozsef, edizioni Bonanno, Catania 2014
  • "PLAYLIST ITALIA. La sinistra e il coraggio di cambiare musica" edizioni Bonnano, Catania, 2013
  • Curatore di "La mia visione dei fatti" di Romano Prodi, edizione il Mulino, 2008
  • Curatore del manuale di diritto comunitario "Governo e Politiche dell'Unione europea" di Neil Nugent, edizione il Mulino, 2008
  • "Non! ce n'est pas la faute à Bruxelles" ed. Le Manuscrit, Paris, 2007
  • "La Commissione Europea", ed. Il Mulino, Bologna, 2005 (tradotto in ucraino)
  • "Il Governo dell'Europa", Il Mulino, Universale Paperbacks, Bologna, 2001. Quarta Edizione 2013 (tradotto in arabo, serbo, polacco, ucraino)

 

Torna all'inizio del contenuto