Rassegna Stampa

da 81 a 90 - Totale: 274

25 aprile 2017

"La UE ci stanga ma ancora per poco. Con noi infrazioni giù del 40%"

«L'Italia era la maglia nera dell'Europa in fatto di infrazioni. Oggi è la maglia rosa. E vero, paghiamo multe salate che sono un'eredità del passato. Ma con le strategie messe in campo supereremo queste criticità». Il Sottosegretario Gozi replica così a un'inchiesta del Tempo sulle spese sostenute dall'Italia per far fronte alle sanzioni UE.

infrazioni

14 aprile 2017

«Liste transnazionali nel 2019. E primarie per scegliere il candidato a guidare la Ue»

Il Sottosegretario Gozi al Corriere della Sera: "Abbiamo bisogno di un Presidente con una fortissima riconoscibilità politica, è possibile far convergere subito le due figure di presidente del Consiglio e della Commissione". E rilancia: "Parte del Parlamento può essere eletta su base continentale, cominciando dai 73 seggi che saranno lasciati liberi dai britannici".

Presidente europeo

13 aprile 2017

Bilancio UE, proposta italiana. Gozi: solidarietà non sia a senso unico

Il Governo italiano ha inviato ieri a Bruxelles la propria posizione sul prossimo Quadro fmanziario pluriennale, dal 2021 in avanti. La proposta è di congelare i fondi strutturali per quei Paesi che non rispettano gli impegni sull'accoglienza dei migranti e, più in generale, i valori fondanti dell'Unione Europea.

dichiarazione di Roma , migrazioni , Stato di diritto , Quadro finanziario pluriennale , bilancio UE

1 aprile 2017

Il valore della libertà

"Sono inaccettabili episodi come quello della ragazza cui hanno tagliato i capelli", commenta il Sottosegretario Gozi su Giorno-Carlino-Nazione. "Dobbiamo essere più esigenti con chi vuole far parte della nostra comunità. I valori della Costituzione vengono prima di qualsiasi religione o libro sacro, incluso il Corano".

30 marzo 2017

Gozi: UE-Italia, la strada è il partenariato

"L'accordo di partenariato lo intendo come un passaggio per una più complessiva riforma della politica economica europea dove ripropongo anche l'introduzione della golden rule per le spese di investimento" spiega il Sottosegretario Gozi a Il Sole 24 Ore. "E' giusto che si sviluppi un importante dibattito".

partenariato

27 marzo 2017

Gozi: dal patto di Roma un'avanguardia di Paesi. Ora ripensiamo il bilancio

«La Dichiarazione di Roma è la prima vera reazione politica della UE dopo la Brexit. Quando due anni fa pensammo di fare dei 60 anni dei Trattati non solo un momento celebrativo, ma anche l'occasione per riaffermare unità e volontà d'integrazione, non era affatto scontato che saremmo riusciti. Tanto più dopo che gli inglesi hanno votato per il sì alla Brexit». Così il Sottosegretario Gozi al Corriere della Sera.

dichiarazione di Roma , RomaUE2017

20 marzo 2017

Gozi rilancia i Trattati di Roma: "Allarghiamo la democrazia, Presidente UE eletto dai cittadini"

Intervistato da Giorno-Carlino-Nazione, il Sottosegretario Gozi propone: "usiamo i 73 seggi dei britannici per eleggere deputati in liste transazionali che i partiti europei proporrebbero in tutto il continente e che rappresenterebbero non il territorio, ma una visione dell'Unione. Il 25 marzo vogliamo promuovere un'agenda di Roma per dare vita a un progetto di rilancio".

RomaUE2017 , Trattati di Roma

18 marzo 2017

"Olanda insegna, contrastare i populismi in UE con proposte serie"

"Liberali conservatori e di sinistra assieme ai verdi in Olanda hanno dimostrato che si può contrastare l'ascesa dei populisti con proposte serie", spiega il Sottosegretario Gozi a Giorno-Carlino-Nazione che ribadisce "la volontà di rilanciare l'Europa a Roma il prossimo 25 marzo".

RomaUE2017

14 marzo 2017

La necessità di costruire un'Unione più sociale

"Dopo la crisi dobbiamo far ripartire l'economia in maniera sostenibile anche sul piano ambientale", scrive il Sottosegretario Gozi insieme ai Ministri degli Affari europei dei partiti progressisti in un articolo pubblicato sul Corriere della Sera. "Abbiamo bisogno di un forte impegno sociale dell'Unione Europea da inserire nella prossima dichiarazione di Roma il 25 marzo, con cui vogliamo promuovere un nuovo accordo sull'Unione sociale".

Unione sociale

27 febbraio 2017

Roma e Bruxelles divise da 72 infrazioni

Trend in discesa dal 2015, ambiente e servizi finanziari i settori più colpiti. Tra i big,  Londra fa meglio con 63 procedure, la Francia ne conta 90 e la Germania 96. Roma è tra i principali fruitori del sistema Pilot, che consente di mettersi in regola prima dell'avvio ufficiale della procedura. L'approfondimento del Sole 24 Ore.

infrazioni

Torna all'inizio del contenuto