Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Consiglio Competitività, 30 novembre 2017

30 novembre 2017

Il Consiglio Competitività ha adottato la sua posizione (orientamento generale) sulla creazione di uno sportello digitale unico che fornirà online ai cittadini e alle imprese informazioni, procedure e servizi di assistenza e di risoluzione dei problemi.

Un risultato giudicato positivamente dal Sottosegretario Gozi che ha anche sottolineato i "passi in avanti in tema di mercato unico digitale con l'accordo sul geo-blocking, altro tassello nell'abbattimento delle barriere che si aggiunge alla eliminazione del roaming e della portabilità".

Il Consiglio - ha spiegato Gozi - ha anche fatto il punto sullo stato di ratifica del Tribunale unificato dei brevetti ricordando che "il governo Renzi è andato in discontinuità con chi l'ha preceduto decidendo di aderire alla cooperazione rafforzata" e abbiamo "accelerato molto i processi di ratifica, che sono stati completati, definiti e depositati, e siamo anche in uno stato avanzato di preparazione per la divisione regionale del Tribunale che avrà sede a Milano".

"Siamo soddisfatti che il tema delle fake news non sia solo una fissazione romana, ma che addirittura la Commissione annunci una serie di iniziative di valutazione, di studio, e anche eventualmente politiche per vedere come lottare contro le fake news", per "vedere all'inizio del prossimo anno come responsabilizzare maggiormente i gestori delle piattaforme online". Gozi ha ricordato che la Commissione "ha annunciato anche la creazione, all'inizio del prossimo anno, di un gruppo di alto livello che dovrebbe valutare tutti gli aspetti politici e eventualmente anche giuridici. Per noi, per motivi che voi conoscete", questa iniziativa della Commissione "va assolutamente nella direzione giusta".

Consiglio Competitività , Sandro Gozi , sportello digitale unico , geoblocking , Tribunale unificato dei brevetti , fake news
Torna all'inizio del contenuto