Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Direttiva generale per l'azione amministrativa e la gestione degli uffici del Dipartimento per le Politiche Europee per l'anno 2018

1 agosto 2018

La Direttiva per l'azione amministrativa e la gestione individua le linee guida per la programmazione strategica a livello amministrativo nel quadro delle priorità del Governo e traduce tali indicazioni in obiettivi strategici di riferimento per la gestione amministrativa, indicandone i risultati attesi e le responsabilità per l'attuazione. Tali obiettivi vengono individuati per garantire in modo efficiente, efficace ed economico il funzionamento della struttura, avendo cura di garantire un rigoroso equilibrio "costi – benefici", l'uso oculato delle risorse finanziarie e l'impiego ottimale delle risorse umane.

Gli obiettivi strategici per l'anno 2018 sono i seguenti:

1. Favorire il dibattito democratico e la diffusione della conoscenza storica e attuale della partecipazione dell’Italia all'Unione economica e monetaria.

  • Risultati attesi - Promuovere iniziative mirate ad alimentare il dibattito democratico sulla natura e sugli effetti sociali ed economici del processo di unificazione europea alla luce dei valori e principi costituzionali anche attraverso dialoghi con i cittadini sul futuro dell’Europa; implementare progetti e sperimentazioni utili a fornire nuove opportunità e a creare strumenti in grado di accrescere le potenzialità nazionali nel contesto europeo.

2. Miglioramento della comunicazione istituzionale attraverso nuovi modelli di comunicazione online al fine di una sempre maggiore trasparenza ed accessibilità, per agevolare il dialogo con i cittadini, gli stakeholder e la società civile.

  • Risultati attesi - Implementazione dei nuovi strumenti di comunicazione sul web in particolare del sito istituzionale, in linea con i più recenti indirizzi e linee guida formulati dalle autorità competenti, in grado di agevolare il dialogo con i cittadini e il coinvolgimento di stakeholder e società civile.

3. Predisposizione, con il concorso di altre Amministrazioni, di uno schema di Accordo Interistituzionale di modifica del vigente Accordo Interistituzionale con le Camere, ai fini della definizione di procedure operative per la partecipazione del Parlamento al processo di formazione degli atti dell'Unione Europea e per il controllo parlamentare sulle procedure d'infrazione riguardanti l'Italia, a norma della legge 24 dicembre 2012, n. 234, incrementando l'accessibilità delle informazioni e la trasparenza delle attività svolte.

  • Risultati attesi -  Predisposizione, con il concorso di altre Amministrazioni, dello schema di Accordo Interistituzionale da sottoporre all'Autorità politica.
direttiva
Torna all'inizio del contenuto