Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

StavoltaVoto, Parlamento UE lancia campagna per elezioni 2019

31 ottobre 2018

Dal 23 al 26 maggio, 370 milioni di cittadini dell'Unione Europea saranno chiamati a rinnovare il Parlamento europeo (in Italia si voterà il 26), ma il timore che anche questa volta la consultazione elettorale possa essere sottovalutata è forte ricordando come nel 2014 si presentarono alle urne solo il 42% degli aventi diritto. Per questo motivo, le istituzioni europee puntano sui giovani affinché si trasformino in attivisti del voto per convincere quante più persone possibili a votare in un appuntamento elettorale determinante per il futuro dell'UE. E' il senso della campagna #StavoltaVoto, lanciata dal Parlamento europeo ma a cui ha aderito anche la Commissione europea, che utilizza l'hastag nello slogan con l'intento proprio di utilizzare i social network, lo strumento più popolare tra le nuove generazioni, per invitare a partecipare.

#StavoltaVoto è una piattaforma di incontro sul web che registra quante persone vengono reclutate e che a loro volta possono diventare attiviste per andare a caccia di nuovi potenziali votanti. Iscrivendosi alla piattaforma "si mette la
propria faccia per garantire alle prossime elezioni un parlamento forte, l'unico strumento per far sentire la propria voce in Europa", sostiene il Parlamento europeo. Chi si iscrive alla piattaforma web diventa 'recluter' e avrà un codice con un link che potrà diffondere via web e chiunque si registrerà su quel link, indicando i motivi per cui andrà a votare, sarà un suo 'reclutato'. Ad oggi sono circa 76mila le persone registrate con la Germania che guida con oltre 10mila iscrizioni davanti all'Italia con quasi 9mila.

La campagna è stata recentemente presentata a Roma in occasione della Festa del Cinema. "I migliori reclutatori verranno invitati a iniziative a Strasburgo - ha spiegato Maurizio Molinari, responsabile Media del Parlamento europeo in Italia - e comunque tutti saranno aiutati a organizzare eventi che riterranno opportuni per la loro azione. Daremo spazio alla fantasia creativa dei reclutatori ai quali sarà indirizzata periodicamente una newsletter in cui si invitano a fare video, eventi, concorsi. Una sorta di 'call to action'".

Torna all'inizio del contenuto