Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Corte di Giustizia UE, nominati due giudici italiani

10 luglio 2019

Roberto Mastroianni e Ornella Porchia sono stati nominati giudici del Tribunale della Corte di Giustizia dell'Unione Europea dai rappresentanti dei governi degli Stati membri dell'UE.

I due giudici, il cui mandato inizierà il prossimo 1 settembre 2019 e scadrà il 31 agosto 2025, sono stati scelti nel quadro del rinnovo parziale della composizione del Tribunale in vista della scadenza del mandato di 23 giudici il 31 agosto 2019. 

Roberto Mastroianni è stato Consigliere per gli Affari legislativi del Dipartimento per le Politiche Europee dal 2015 al 2018. 

Contesto

La Corte di Giustizia UE è formata da due corti: la Corte di Giustizia e il Tribunale.

La nomina dei giudici e degli avvocati avviene di comune accordo tra i rappresentanti dei governi degli Stati membri: l'approvazione definitiva segue la consultazione di un comitato che ha il compito di fornire un parere sull'adeguatezza dei potenziali candidati all'esercizio delle relative funzioni. Sono scelti tra persone che offrono garanzie di indipendenza e imparzialità. Per essere nominati alla Corte di giustizia, i candidati devono rispettare i requisiti richiesti per l'esercizio, nei rispettivi paesi, delle più alte funzioni giurisdizionali, o essere giureconsulti di nota competenza ed esperienza. Per essere nominati al Tribunale, devono avere le capacità richieste per svolgere l'esercizio di alte funzioni giurisdizionali. 

corte di giustizia ue , Giustizia
Torna all'inizio del contenuto