Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Consultazione publica sugli standard ICT nella strategia del Mercato Unico Digitale

15 settembre 2016

Consultazione publica sugli standard ICT nella strategia del Mercato Unico Digitale.

(chiusa il 4 gennaio 2016)

La consultazione riguarda gli standard che rappresentano un potente strumento per facilitare l'accesso ai mercati e per aprire le porte alla crescita e all'occupazione in Europa. Questo è particolarmente vero nel settore dell'informazione e della comunicazione (ICT) in cui il continuo emergere di nuovi servizi, applicazioni e prodotti alimenta la necessità di una maggiore interoperabilità tra i sistemi.


Standard specifici sono utilizzate principalmente per massimizzare la capacità dei sistemi di lavorare insieme. Questo è essenziale per assicurare che i mercati rimangano aperti, consentendo ai consumatori di avere la più ampia scelta di prodotti possibili e dando produttori il beneficio delle economie di scala. La normalizzazione è quindi uno strumento importante per promuovere la competitività europea.


L’Italia concorda sulla necessità di individuare le priorità di normalizzazione nella Strategia del Mercato Digitale, per promuovere l'industria europea.


Su una scala da 0 a 5, attribuisce un valore 4 sull’importanza degli standard per l’economia, andando ad impattare tutti i settori della società.


Viene ribadita, dal Governo italiano, la necessità di stabilire delle priorità (in ambito ICT) connesse a tempistiche chiare, sottolineando quelli che sono le necessità all’interno dell’UE in questo campo. L’Italia ritiene prioritaria l’armonizzazione da conseguire attraverso lo strumento della Comunicazione da parte della Commissione Europea.


L’impatto di un piano di norme ICT definite a livello UE sarebbe positivo sia in termini di leadership nella definizione degli standard a livello globale, sia in termini di capacità per le imprese europee di cogliere le opportunità di mercato a livello globale; tenendo sempre conto della necessità per l’UE di evitare duplicazioni.


Nel questionario vengono poi trattati argomenti specifici quali: la necessità di aumentare la qualità delle reti mobili e quindi sviluppare standard globali sulle tecnologie 5G; l’importanza del cloud computing per aumentare l'interoperabilità delle piattaforme e servizi e anche sulle questioni di sicurezza; la sicurezza informatica, considerata fondamentale non solo per proteggere le reti, ma anche per aumentare l'uso dei servizi elettronici da parte dei cittadini. C’è bisogno di un continuo sforzo volto ad aggiornare continuamente standard globali relativi alla sicurezza informatica.

La risposta del Governo italiano.

Torna all'inizio del contenuto