Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Il Consiglio europeo concorda il rinvio della Brexit al 31 ottobre

Il Consiglio europeo ha concordato di rinviare la Brexit al 31 ottobre 2019. La decisione è stata presa d'intesa con il Regno Unito.

I leader dell'UE hanno preso atto della lettera inviata dalla prima ministra del Regno Unito Theresa May con cui si chiede un'ulteriore proroga del termine previsto dall'articolo 50 e hanno acconsentito a una proroga per permettere la ratifica dell'accordo di recesso.

Il Consiglio europeo ha sottolineato che il Regno Unito dovrà tenere elezioni per il Parlamento europeo se sarà ancora membro dell'UE tra il 23 e il 26 maggio 2019. In caso contrario, il Regno Unito uscirà dall'UE il 1 giugno 2019.

Il Consiglio europeo (Articolo 50) ha ribadito che l'accordo non può essere riaperto. Ogni impegno, dichiarazione o altro atto unilaterale dovrebbe essere compatibile con la lettera e lo spirito dell'accordo di recesso. I leader hanno inoltre rilevato che la proroga non può essere utilizzata per avviare negoziati sulle future relazioni. "Tuttavia, qualora la posizione del Regno Unito dovesse cambiare, il Consiglio europeo è disposto a riconsiderare la dichiarazione politica sulle future relazioni", hanno affermato.

Infine, i capi di Stato o di governo hanno preso atto dell'impegno del Regno Unito di agire in modo costruttivo e responsabile durante questo periodo.

Il Consiglio europeo riesaminerà i progressi compiuti nella riunione di giugno 2019.

(fonte: Consiglio europeo)

Brexit , elezioni europee
Torna all'inizio del contenuto