Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Brexit, prepararsi all'uscita del Regno Unito dall'UE

Il Governo italiano ha aggiornato l'approfondimento sull'uscita del Regno Unito dall'UE. Il dossier informa sull'accordo di recesso, il recesso senza accordo (no deal) e i preparativi del Governo italiano.

L'intesa raggiunta tra i negoziatori dell'Unione e quelli britannici - spiega il sito del Governo - consentirebbe di gestire il recesso britannico in modo ordinato e in termini chiari per cittadini e imprese, prevedendo, dopo l'uscita (al momento prevista il 31 ottobre 2019) anche un periodo transitorio al 31 dicembre 2020.

Tenuto conto dell'incertezza che ancora caratterizza il processo di ratifica del Regno Unito, la Commissione europea ha avviato e finalizzato anche preparativi paralleli nel caso di recesso senza accordo e ha chiesto agli Stati membri un approccio unitario attraverso un piano di emergenza collettivo improntato a un calendario già definito. 

Infatti, la totalità del diritto primario e derivato dell'Unione cesserà di applicarsi al Regno Unito il 1 novembre 2019, a meno che un accordo di recesso ratificato preveda una data diversa, oppure vi sia una revoca unilaterale della notifica di recesso, o che UE e Regno Unito non decidano di posporre ulteriormente la cessazione dell'applicazione dei Trattati.

Brexit
Torna all'inizio del contenuto