Esplora contenuti correlati

Monitoraggio Consiglio UE

L'ufficio per il Coordinamento delle Politiche Europee monitora le attività del Consiglio dell'Unione Europea.

Il Consiglio è  è la sede in cui i ministri, provenienti da ciascun paese dell'UE, si riuniscono per adottare atti legislativi, pareri, conclusioni, dichiarazioni, risoluzioni e politiche comuni. Le attività del Consiglio sono istruite e coordinate dal Comitato dei Rappresentanti permanenti (Coreper), composto dagli ambasciatori degli Stati membri. 

Il Consiglio dell'UE è un'unica entità giuridica che si riunisce in dieci diverse "formazioni" a seconda dell'argomento trattato: 

  • Consiglio Affari Esteri: è responsabile dell'azione esterna dell'UE, che comprende la politica estera, la difesa e la sicurezza, il commercio, la cooperazione allo sviluppo e gli aiuti umanitari.
  • Consiglio Affari Generali: è responsabile di una serie di politiche trasversali e coordina i preparativi per le riunioni del Consiglio europeo.
  • Consiglio Agricoltura e Pesca: adotta atti legislativi in una serie di settori riguardanti la produzione alimentare, lo sviluppo rurale e la gestione della pesca.
  • Consiglio Ambiente: è responsabile della politica ambientale dell'UE, compresa la protezione dell'ambiente, l'uso prudente delle risorse e la protezione della salute umana. Si occupa inoltre di questioni ambientali internazionali, in particolare nel settore del cambiamento climatico.
  • Consiglio Competitività: si adopera per rafforzare la competitività e potenziare la crescita nell'UE. Si occupa delle politiche relative a quattro settori: mercato interno, industria, ricerca e innovazione, spazio.
  • Consiglio Economia e Finanza: è responsabile della politica dell'UE in tre settori principali, cioè la politica economica, le questioni relative alla fiscalità, la regolamentazione dei servizi finanziari.
  • Consiglio Giustizia e Affari Interni: elabora politiche comuni e di cooperazione su vari aspetti transfrontalieri, per realizzare uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia a livello di UE.
  • Consiglio Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport: tratta tematiche che rientrano nelle competenze degli Stati membri. Il ruolo dell'UE in materia di istruzione, gioventù, cultura e sport consiste nel fornire un quadro di cooperazione tra gli Stati membri per lo scambio di informazioni ed esperienze negli ambiti di comune interesse.
  • Consiglio Occupazione, Politica Sociale, Salute e Consumatori: si adopera per aumentare i livelli di occupazione e migliorare le condizioni di vita e di lavoro, garantendo un livello elevato di salute umana e di protezione dei consumatori all'interno dell'UE.
  • Consiglio Trasporti, Telecomunicazioni e Energia: si adopera per realizzare gli obiettivi dell'UE in materia di trasporti, telecomunicazioni ed energia, cioè creare mercati e infrastrutture moderni, competitivi ed efficienti e realizzare reti trans-europee nei settori dei trasporti, delle comunicazioni e dell'energia. 

Le attività del Consiglio sono istruite e coordinate dal Comitato dei Rappresentanti permanenti (Coreper), composto dagli ambasciatori degli Stati membri.

Il lavoro del Coreper si sviluppa, a sua volta, sulla base dei lavori predisposti da oltre 150 comitati e gruppi di lavoro, composti dai delegati degli Stati membri.

Il Coreper è diviso in due formazioni:

  • Coreper I, composto dai Rappresentanti Permanenti Aggiunti, si occupa di questioni più tecniche come i trasporti, il mercato interno o la pesca. E' assistito dal "gruppo Mertens", creato nel 1993 su iniziativa del diplomatico belga Vincent Mertens de Wilmars.
  • Coreper II, composto dai Rappresentanti Permanenti, si occupa di questioni politiche, commerciali, economiche e istituzionali. È preparato dal "gruppo Antici", dal nome del rappresentante permanente aggiunto italiano Paolo Antici, che ha presieduto il primo incontro del gruppo nel 1975.
Torna all'inizio del contenuto