Esplora contenuti correlati

END - Esperti Nazionali Distaccati

L’istituto dell’END (Esperti Nazionali Distaccati) consente ai funzionari pubblici di lavorare per un periodo  massimo di sei anni presso le istituzioni europee, con il duplice obiettivo di arricchire le proprie conoscenze professionali e di mettere a disposizione delle istituzioni ospitanti l'esperienza acquisita a livello nazionale. 

Possono candidarsi i funzionari pubblici di tutti i Paesi membri dell'Unione, degli Stati  appartenenti all'Associazione Europea di Libero Scambio ( EFTA) e degli Stati candidati all'accesso che hanno firmato con l'Unione un accordo in materia di personale.

Per ricoprire le posizioni di END, le istituzioni europee pubblicano regolarmente dei bandi, dandone informazione alle Rappresentanze permanenti a Bruxelles.

In Italia, la procedura di selezione è regolata dal Decreto n. 184 del 2014 del Presidente del Consiglio dei Ministri relativo all'assegnazione dei funzionari pubblici presso l’Unione Europea, le organizzazioni internazionali e gli Stati esteri.

Ai sensi di tale decreto, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI),  d'intesa con il Dipartimento delle Politiche Europee (DPE), trasmette tali informazioni a tutte le amministrazioni dello Stato, gestisce la banca dati,  provvede a valutare le candidature e ad inoltrarle a Bruxelles. 

Per favorire ed incoraggiare la risposta ai bandi da parte dei funzionari italiani, il Dipartimento per le Politiche Europee individua regolarmente le aree ritenute prioritarie dall'Italia per l'impiego di personale da distaccare presso le istituzioni UE in accordo con il MAECI e con il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  

Posizioni aperte END

Torna all'inizio del contenuto