Governo italiano
lingua attiva: Italiano (Italia) ITA

Esplora contenuti correlati

Gli aiuti a sostegno dell'economia italiana


In questa pagina presentiamo l'elenco degli aiuti di Stato approvati a favore dell'Italia dalla Commissione europea ai sensi del Quadro temporaneo per gli aiuti di Stato. Si tratta di una misura adottata per consentire agli Stati membri di avvalersi pienamente della flessibilità prevista dalle norme sugli aiuti di Stato al fine di sostenere l'economia nel contesto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Torna all'indice della sezione su "Le misure temporanee per far fronte all'emergenza epidemiologica da COVID-19

 


 

1 marzo 2021 - Aiuti per attività di ricerca e sviluppo connesse al coronavirus
La Commissione europea ha approvato una misura italiana di aiuto di Stato per un importo di 40 milioni di euro, da destinare alle attività di ricerca e sviluppo. In particolare, si tratta di attività connesse al coronavirus svolte da ReiThera S.r.l., un'impresa di medie dimensioni con sede in Lazio che opera nel settore delle biotecnologie. Il sostegno pubblico assumerà la forma di sovvenzioni dirette. Scopo della misura è promuovere lo sviluppo di un nuovo vaccino contro il coronavirus, contribuendo così alla ricerca di soluzioni per affrontare l'attuale crisi sanitaria. (approfondimento sul sito della Commissione europea)

19 febbraio 2021 - Modifica del regime a sostegno delle imprese del sud Italia
La Commissione europea ha approvato la modifica del regime italiano a sostegno delle imprese dell'Italia meridionale colpite dalla pandemia di coronavirus. La misura modificata prevede la riduzione dei contributi previdenziali per i datori di lavoro privati che operano nel Sud Italia. (approfondimento sul sito della Commissione europea)

12 febbraio 2021 - Aiuti nel settore della distribuzione del carburante
La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 4 milioni di euro a sostegno delle micro, piccole e medie imprese che forniscono servizi di distribuzione del carburante nel contesto della pandemia. La misura non si applica alle stazioni di servizio gestite direttamente da compagnie petrolifere integrate né alla gestione congiunta di attività di rifornimento carburante e ristorazione. L'importo stanziato corrisponde ai contributi previdenziali a carico del datore di lavoro sulle retribuzioni dei lavoratori (ad eccezione dei contributi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020. (approfondimento sul sito della Commissione europea)

13 gennaio 2021 - Aiuti per imprese attive a livello internazionale 
La Commissione europea ha approvato un regime italiano modificato da 1,1 miliardi di euro a sostegno delle imprese attive a livello internazionale colpite dalla pandemia di coronavirus. Il regime originario è stato approvato dalla Commissione il 31 luglio 2020 e il 10 dicembre 2020 la Commissione ha approvato la proroga del regime fino al 30 giugno 2021. L'Italia ha notificato un aumento del bilancio totale stimato del regime pari a 828 milioni di euro, corrispondente a un aumento della dotazione totale da 300 milioni a 1,128 milioni di euro. Analogamente al regime originario, il regime modificato continuerà a sostenere le imprese ammissibili facilitandone l'accesso alla liquidità e non assumerà la forma di aiuti alle esportazioni subordinati alle attività di esportazione, in quanto non è vincolato a contratti di esportazione specifici. (approfondimento sul sito della Commissione)

4 dicembre 2020 - Aiuti per attività nei centri storici
La Commissione europea ha approvato un regime da 500 milioni di euro a sostegno delle attività nei centri storici delle città italiane più turistiche colpite dal coronavirus. Il sostegno sarà aperto alle imprese di tutte le dimensioni attive in qualsiasi settore, ad eccezione di quello finanziario. Le imprese sono ammissibili se nel giugno 2020 il loro fatturato nel centro storico è diminuito di almeno un terzo rispetto a giugno 2019. L'importo della sovvenzione diretta corrisponde a una percentuale di tale differenza di fatturato. Le imprese che hanno iniziato la loro attività solo dopo il 1 luglio 2019. (approfondimento sul sito della Commissione)

17 novembre 2020 - Aiuti per piccole case editrici e industria musicale
La Commissione europea ha approvato due regimi italiani del valore complessivo di 20 milioni di euro a sostegno delle piccole case editrici e dell'industria musicale, discografica e fonografica. Entrambi i regimi mirano a soddisfare le esigenze di liquidità dei beneficiari e ad aiutarli a mandare avanti le loro attività durante e dopo la pandemia. (approfondimento sul sito della Commissione: piccole case editrici e industria musicale)

16 novembre - Aiuti per settore turismo e cure termali 
La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 175 milioni di euro a sostegno delle imprese dei settori del turismo e delle cure termali colpite dalla pandemia di coronavirus. Il regime mira a ridurre il costo del lavoro a carico dei datori di lavoro privati attivi nei settori del turismo e delle cure termali, al fine di preservare i livelli occupazionali. La misura prevede un'esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (esclusi i contributi relativi all'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro), per un periodo massimo di tre mesi. La misura si applica ai datori di lavoro attivi nei settori del turismo e delle cure termali che assumono lavoratori con nuovi contratti di lavoro a tempo determinato o stagionali per il periodo dal 15 agosto al 31 dicembre 2020. (approfondimento sul sito della Commissione)

11 novembre 2020 - Esenzione contributi previdenziali
La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 484 milioni di euro volto a ridurre il costo del lavoro tramite l'esenzione dai contributi previdenziali nel quadro della pandemia di coronavirus. Il regime sarà aperto alle imprese di tutti i settori, esclusi i settori finanziario e agricolo, registrate in Italia che avevano beneficiato della cassa integrazione ordinaria e in deroga concessa dall'Italia a maggio e giugno 2020, ma che non hanno presentato domanda per l'ultima misura di integrazione salariale. Il sostegno pubblico consisterà in benefici sotto forma di esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali obbligatori a carico del datore di lavoro (esclusi i contributi relativi all'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) per un periodo massimo di quattro mesi, fino al 31 dicembre 2020. (approfondimento sul sito della Commissione)

6 novembre 2020 - Aiuti alla ristrutturazione per PMI in difficoltà
La Commissione europea ha approvato il regime italiano di aiuti alla ristrutturazione destinati alle PMI in difficoltà, quali definite nelle norme sugli aiuti di Stato, titolari di marchi storici di interesse nazionale o che svolgono attività economiche di importanza strategica. (approfondimento sul sito della Commissione)

15 ottobre - Aiuti a sostegno delle cooperative agricole
La Commissione europea ha approvato un regime fiscale italiano da 8,5 milioni di euro a sostegno delle cooperative agricole colpite dalla pandemia di coronavirus. Sulla base di tale regime, il regime approvato consente alle cooperative agricole e ai loro consorzi di compensare fino al 70 per cento delle perdite preesistenti per ridurre la base di calcolo dell'imposta sostitutiva. Di conseguenza, tali cooperative agricole possono beneficiare di un'esenzione parziale o totale dall'imposta sostitutiva. L'obiettivo della misura è attenuare i vincoli di liquidità delle cooperative agricole, agevolare il loro accesso ai finanziamenti e attenuare le carenze di liquidità cui sono ancora confrontate a causa dell'attuale crisi. (approfondimento sul sito della Commissione)

7 ottobre 2020 - Aiuti alle imprese del Sud Italia
La Commissione europea ha approvato un regime italiano con una dotazione di bilancio di 1,5 miliardi di euro destinato ad aiutare le imprese che operano nelle regioni del Sud Italia  riducendone il costo del lavoro e aiutandole a mantenere il livello occupazionale in questo difficile momento. (approfondimento su questo sito)

17 settembre 2020 - Aiuti alle grandi imprese 
La Commissione europea ha approvato un regime italiano con una dotazione di bilancio complessiva di 44 miliardi di euro destinato a sostenere le grandi imprese colpite dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. (approfondimento su questo sito)

24 agosto 2020 - Aiuti alle imprese attive nel comune di Campione d'Italia
La Commissione europea ha approvato un regime di 460mila euro per sostenere le imprese attive nel comune di Campione d'Italia colpite dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. Il sostegno assumerà la forma di agevolazioni fiscali. 
(approfondimento su questo sito)

19 agosto - Aiuti alle associazioni sportive e agli enti sportivi amatoriali
La Commissione europea ha approvato un regime di 1,6 milioni di euro per sostenere le associazioni sportive e gli enti sportivi amatoriali che sono stati particolarmente colpiti dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. Il sostegno pubblico, aperto a tutte le associazioni ed enti dilettantistici registrati in Italia, assumerà la forma di garanzie di Stato a titolo gratuito del 100% su prestiti a tasso agevolato. L'obiettivo del regime è aiutare i beneficiari ad affrontare la carenza di liquidità e le difficoltà di accesso al mercato del credito cui sono confrontati a causa dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. (approfondimento su questo sito)

13 agosto 2020 - Aiuti al mercato delle assicurazioni del credito commerciale
La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 2 miliardi di euro per sostenere il mercato delle assicurazioni del credito commerciale nel contesto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Il regime sarà gestito dalla SACE, l'agenzia italiana per il credito all'esportazione. L'assicurazione del credito commerciale protegge le imprese che forniscono merci e servizi dal rischio di un mancato pagamento da parte dei loro clienti. Visto l'impatto economico dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, il rischio che gli assicuratori non siano disposti a stipulare tali polizze è infatti aumentato. Il regime italiano permetterà a tutte le imprese di continuare a disporre dell'assicurazione del credito commerciale, evitando agli acquirenti di merci o servizi di dover pagare in anticipo e provvedendo così a ridurre le loro esigenze immediate di liquidità. (comunicato della Commissione europea)

3 agosto 2020 - Aiuti a sostegno di PMI 
La Commissione europea ha approvato tre regimi di aiuti di Stato italiani con un bilancio complessivo di 6 miliardi di euro. Si tratta principalmente di incentivi per la ricapitalizzazione, da parte di investitori privati, delle piccole e medie imprese (PMI) colpite dall'emergenza coronavirus. (approfondimento su questo sito)

8 luglio 2020 - Aiuti a sostegno di PMI e lavoratori autonomi
La Commissione europea ha approvato un regime italiano di aiuti per 6,2 miliardi di euro a sostegno delle piccole imprese e lavoratori autonomi colpiti dall'epidemia di coronavirus. Nell'ambito di tale regime, il sostegno pubblico assumerà la forma di sovvenzioni dirette. Del regime possono beneficiare le piccole imprese e i lavoratori autonomi attivi in tutti i settori economici, ad eccezione del settore finanziario e della pubblica amministrazione. (scheda sul sito della Commissione europea)

26 giugno 2020 - Aiuti a sostegno di imprese e lavoratori
La Commissione europea ha approvato quattro regimi di aiuti italiani a sostegno delle imprese e dei lavoratori autonomi colpiti dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. Le misure, con un bilancio complessivo stimato pari a 7,6 miliardi di euro, offrono sgravi fiscali e crediti d'imposta e si inseriscono in un pacchetto più ampio, parte del cosiddetto "Decreto Rilancio", che mira a sostenere l'economia italiana nel contesto del COVID-19. Il sostegno fornito da questi regimi, di cui possono beneficiare imprese e lavoratori autonomi, consisterà in: un'esenzione parziale dall'imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) per le imprese e i lavoratori autonomi il cui fatturato nel 2019 non ha superato 250 milioni di euro. L'esenzione si applica a tutti i settori, salvo alcune eccezioni (ad esempio le banche e altri enti finanziari); l'esenzione dall'imposta municipale unica (IMU) sugli immobili turistici adibiti ad attività commerciali, compresi i centri benessere e gli stabilimenti balneari; crediti d'imposta per promuovere l'adeguamento dei processi produttivi e degli ambienti di lavoro ai nuovi requisiti sanitari; crediti d'imposta destinati a determinate imprese e lavoratori autonomi, in funzione del livello di entrate, per i canoni di locazione o concessione di immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020. (scheda sul sito della Commissione europea)

29 maggio 2020 - Aiuti per le aziende del settore agricolo
L
a Commissione europea ha approvato un regime di aiuti da 12 milioni di euro a sostegno delle aziende italiane attive nel settore agricolo colpite dall'epidemia di coronavirus. Il sostegno sarà erogato sotto forma di sovvenzioni dirette e sarà accessibile alle imprese di tutte le dimensioni, compresi i lavoratori autonomi, operanti nel settore agricolo. Il sostegno nel quadro della Politica Agricola Comune (PAC) sarà erogato circa 4 mesi prima della data prevista. Lo scopo del regime è soddisfare il fabbisogno di liquidità degli agricoltori e aiutarli a proseguire le loro attività compensandoli per gli interessi che devono pagare su questo anticipo del pagamento. Gli aiuti non potranno superare i 100mila euro per azienda. Si prevede che mille aziende beneficeranno della misura. (scheda sul sito della Commissione europea)

15 maggio 2020 - Aiuti per trasporti nell'area del porto di Genova
L
a Commissione europea ha approvato le misure di aiuto per incoraggiare lo spostamento del trasporto merci dalla strada alla ferrovia nell'area del porto di Genova. La dotazione complessiva di 9 milioni di euro permette di intervenire sulla infrastruttura stradale e ferroviaria gravemente colpita dal crollo del ponte Morandi nell'agosto 2018. Gli aiuti, che dureranno fino alla fine del 2020, mirano a mantenere o aumentare la quota di merci trasportate per ferrovia da e per il porto di Genova. Gli aiuti, inoltre, assumono la forma di una sovvenzione per le società di logistica e gli operatori di trasporto multimodale, con l'obiettivo di incoraggiare l'uso del trasporto ferroviario e soluzioni intermodali nel contesto di gravi perturbazioni infrastrutturali della rete ferroviaria. E' inoltre previsto un sostegno, sotto forma di sovvenzione, al concessionario di servizi ferroviari nel porto di Genova per compensare i costi aggiuntivi sostenuti a causa delle perturbazioni infrastrutturali. Il sostegno pubblico sarà fornito in relazione ai servizi di trasporto ferroviario di merci e alle operazioni effettuate nel corso dei 15 mesi successivi al crollo del ponte. (scheda sul sito della Commissione europea).

4 maggio 2020 - Aiuti alle piccole e medie imprese
La Commissione europea ha approvato un regime di aiuti per 30 milioni di euro concessi dallo Stato italiano a sostegno delle piccole e medie imprese (PMI) nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca nel contesto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. (notizia sul sito della Commissione europea).

21 aprile 2020 - Aiuti per Friuli-Venezia Giulia e per PMI
La Commissione europea ha approvato due regimi. Il primo (nota della Commissione europea) è un regime nazionale di 50 milioni di euro per sostenere i settori dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca in Friuli-Venezia Giulia nell'emergenza Covid-19. Nel quadro del regime, il sostegno sarà concesso sotto forma sia di prestiti a tassi d'interesse agevolati erogati tramite enti finanziari, che di sovvenzioni dirette. Il secondo regime approvato prevede un sostegno di 100 milioni di euro alle piccole e medie imprese (PMI) nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura nel contesto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

14 aprile 2020 - Aiuti a sostegno dell'economia italiana
La Commissione europea ha approvato un pacchetto di aiuti a sostegno dell'economia italiana per fronteggiare gli effetti dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Il pacchetto, spiega una nota della Commissione UE, è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato. Il Ministero dello Sviluppo Economico, al fine di attuare immediatamente le misure approvate, ha reso disponibile on-line il modulo per la richiesta di garanzia fino a 25 mila euro.


Sul sito della Commissione europea, l'approfondimento sulle misure adottate e sulle decisioni adottate a favore di ciascun Stato dell'UE.

Ultimo aggiornamento: 11/03/2021 10:46

Torna all'inizio del contenuto